Rete CPO Toscana
Rete Comitati Pari Opportunità

Chi siamo

Quando la componente femminile nell’ambito della professione forense è divenuta predominante, ci si è posto il tema della effettiva rappresentanza all’interno degli organismi rappresentativi e più specificamente nei Consigli degli Ordini.
Sono così state istituite con Legge 247/12 nei Consigli degli Ordini le C.P.O. a ciò che, sul piano della democrazia rappresentativa, non ci fossero significativi vulnus.
Ma non con questo soltanto si è risolto il problema del “minor peso” della donna avvocato nel quadro della rappresentanza Nazionale, Distrettuale e Circondariale.
In Toscana, nel Distretto della Corte di Appello di Firenze ogni COA ha costituito il proprio CPO che si è singolarmente impegnato a che le esigenze organizzative, il contributo culturale e operativo della componente femminile avesse un luogo di confronto, dibattito ed evidenziazione.
Il passo in avanti che si è compiuto è la costituzione della Rete dei 10 CPO toscani che periodicamente si incontrano e si confrontano per dare impulso a quelle iniziative che non possono che creare una crescita per l’intera categoria.
Il portare avanti progetti comuni lavorando per gruppi a seconda delle inclinazioni, aspirazioni e bisogni dei singoli territori è talmente stimolante e proficuo che dà forza e impulso al raggiungimento del traguardo della effettiva parità.
Il nostro modello di Rete sta diffondendosi negli altri Distretti Italiani, ove stanno sorgendo analoghe Reti che più facilmente potranno raccordarsi tra loro e confrontarsi per portare avanti proficuamente progetti che ci accomunano a livello nazionale.
È un modo nuovo, informale, efficace, di dimostrare l’impegno delle Avvocate a realizzare nella categoria, quella parità che la democrazia impone.